La filosofia 2018-02-07T11:58:08+00:00

Lo Spela di Paolo Pannacci

La storia di Paolo Pannacci in veste di pizzaiolo inizia all’età di sedici anni quando per caso si avvicina a questo mestiere. Da autodidatta inizia a lavorare giovanissimo nella pizzeria Lo Spela a Greve in Chianti, che nel 2000 diventa di sua proprietà. Nel 2010 frequenta l’Università della Pizza di Vighizzolo d’Este e per lui si apre un mondo fatto di studio e ricerca su farine, impasti, lievitazione e selezione delle migliori materie prime.
La pizza de Lo Spela è caratterizzata dalla sperimentazione di farine (semi-integrali di tipo 1 macinate a pietra, farina di canapa, di farro e integrale) e prodotti non convenzionali in un continuo percorso di ricerca concentrato sia sul GUSTO che sui VALORI NUTRIZIONALI, dell’impasto e dei condimenti.
“La pizza che preparo oggi a Lo Spela – spiega Paolo Pannacci – dopo anni di studio e ricerca è un prodotto rinnovato e originale grazie alla continua sperimentazione di farine, lieviti, impasti e condimenti, in un percorso che si concentra su gusto, benessere e valori nutrizionali.”

Gusto e nutrizione

La genuinità è il minimo comun denominatore del nostro lavoro per sviluppare il valore oggettivo e nutrizionale di un prodotto. Il gusto è fondamentale, ma soggettivo. Noi abbiamo scelto di andare davvero in profondità ed offrirvi Genuinità e valori nutrizionali conditi di Gusto, non sapori apparenti.

Impasti

INGREDIENTI Realizziamo le nostre pizze usando esclusivamente ingredienti 100% italiani, dalla farina ai condimenti, privilegiando prodotti biologici e del nostro territorio. Amiamo lavorare con artigiani locali, riscoprendo ricette della tradizione.

FARINE Le varietà delle nostre farine comprende la farina macinata a pietra da grani 100% italiani, la farina di canapa biologica, la farina di farro biologica, la farina integrale macinata a pietra ricca di germe di grano per favorire una maggiore digeribilità ed un minor picco glicemico.

LIEVITAZIONE Tutti i nostri impasti seguono la tecnica dei pre-impasti con 30 ore minimo di lievitazione e fermentazione.